Lofoten Startside    
 Hjem | Reise til Lofoten | |Overnatting | Aktiviteter | Temasider
Attraksjoner | |Gallerier | Museer | Kultur | Festivaler | Restauranter | Charter | Info Guide  | Kart |  Kommunikasjon | Webkam  | Fotogallerier  | Linker 
NORD - NORGE | FORUM | HVA SKJER ? | NYHETER
   Spain  France  Italy   Tysk   English   - Alt du trenger å vite om Lofoten - verdens vakreste øyrike  
TEMAsidene
-
DYKKING
- KLATRING
- GOLF
-
SKI
- ORCA LOFOTEN
- SURFING
- SYKLING
- FISKE
- KAJAKK
- FILM


TEMAsiden

Info om Svolvær

FLAKSTAD OG MOSKENES - LOFOTEN

Digermulen

Tysk nettside med informasjon om Lofoten

Været akkurat nu!!!










Steder i Lofoten
- Værøy
- Austre Vågan

Kommunene
Røst | Værøy
Moskenes | Flakstad Vestvågøy | Vågan


Lofoten YouTube

Boligsøk - finn.no

- Vågan
- Vestvågøy
- Flakstad
- Moskenes

- Fritidsboliger
finn.no
- Feriehus cofman.no

Visit Lofoten - Lofoten Startside ønsker deg velkommen til store opplevelser i Lofoten.

PRESSE: Lofoten sett utenifra


The Observer,
engelsk storavis kårer Lofoten til verdens vakreste øygruppe. Lofoten er vakrere enn både Karibia, Madagaskar og greske øyer. Ingen andre steder skinner midnattssola mer virkningsfullt enn i Lofoten.
Les mer.

Lofoten
- Lofoten är en av nordens mest spektakulära platser med höga berg som stiger rakt upp ur havet och däremellan slingrande fjordar och sund, berättar Mattias Robertson. I vikarna ligger de gamla fiskelägena ofta förvånansvärt välbevarade trots den moderna tidens intåg. Utsikterna och vyerna över landskapet och havet är betagande och helt obeskrivligt!

Lofoten är en ögrupp med massor av öar. Största staden är Svolvaer och sammanlagt bor cirka 25 000 personer på Lofoten. Sommartid ökar befolkningen mångdubbelt.

Les mer.
[svt.se]


Velg Lofotruten til eventyrriket i nord
Øyriket gjennom Lofoten, Vesterålen og opp til Tromsø har alltid vært et eventyrrike. Du finner en natur og et landskap så majestetisk og variert at du knapt finner maken noen steder. Øyriket var et spiskammer for store deler av Europa, og fortsatt kan du få servert de mest delikate fiskeretter på spisestedene i området. Du kan også speide etter hval - tusener av dyr kommer inn til øyriket på sine vandringer hvert år.

Les mer.


Det er vanskelig å beskrive Lofoten uten
å bruke kraftuttrykk.
Øyene har uten tvil Norges råeste og villeste natur, både over og under vann. Alt fra lange sandstrender til ramsalte fiskevær som klynger seg til barske fjell.

Slik innleder Arnold Weisz sin beskrivelse av Lofoten i nettutgaven av Reiseguiden.

Fra A til Å i Lofoten
- HAHAHAHAHAHAHAHA!
Hvorfor slik en høy latter? Det kommer, det kommer. På flyplassen i Svolvær er det sol, blå himmel, grønt hav, spisse fjell, og ho mamma hilser VELKOMMEN. Les mer.
Aftenposten

Naturopplevelser i Lofoten
Drømmer du om en noe annerledes ferie eller utfordring, kan en tur til Lofoten, trolig gi deg en opplevelse som ikke er hverdagskost for alle.
Les mer. Boarding.no

Lofoten er valgt af Observer som nr. 2 af verdens 20 smukkeste øer.
Les hva dansk E-presse skriver om Lofoten.
Les mer.
e-pressen.dk

Brutalt og vakkert.
Et område som er spesielt kjent for sine massive og regelmessige swell blandt surfere sørpå, er Lofoten. Les mer. Playboard Magazine


Fra verden til Lofoten [Telenor]
Lofoten er et eventyr [Dagbladet]
Høst på Røst [VG]

Kaldt, grått og best [Dagbladet]
Lofoten som reisemål mot 2015 [A Magasinet]
Klatring i Lofoten [utsidan.se]
Lofoten – ta del i eventyret [lifekjeden.no]
Lofoten er fantastisk om vinteren! [VG]
Jakten på spekkhoggerne [VG]
En reise langs foten av Lofotveggen gjør deg hvileløs av beundring. [VG]
Med Lofoten på kroken [VG]
Midnattsol in one [VG]
Ferie mellom fjord, fjell og fiskehjell [VG]
Ferie det spruter av [VG]

 


Med speedbåt i Lofotens skjærgård
Paradisstranden i Lofoten



Rafting i Lofoten FART & SPENNING:
Iført overlevelsesdrakt og heltemot ser vi Lofoten fra gummibåt i 65 kilometer i timen. Vi har blitt lovet at vi flyter dersom vi faller til sjøs.
Bli med på havsafari i Lofoten.

Les mer. Din Side


LOFOTEN
Vi var invitert av Kystopplevelser, Svinøya Rorbuer og Best Western Svolvær. Kystopplevelser tilbyr blant annet weekendturer med fly til Bodø, Hurtigruten til Lofoten og tre netter i rorbu eller på hotell, samt fly tilbake, priser fra 4.630 kr fra Oslo. Du kan også fly med Sas eller Norwegian til Bodø og fly med Widerøe til Svolvær, eller ta hurtigbåt fra Bodø.


Les mer. Dagsavisen


Lofoten i mobilpilot

10.12.04 11:23 - TV2 Nettavisen

Turistmagneten Lofoten skal inn i et mobilt prøveprosjekt. Nå skal besøkende få oppdateringer om attraksjoner og hendelser på mobilen.
Les mer.

Lofoten
kan havne på Unescos verdensarvliste.
Les mer.



Klipp fra Lofotposten

Lofotreklame for millioner
De mange pressebesøkene Gyri Midtveit i Destination Lofoten (DL) tar hånd om i løpet av året har en PR-verdi på mellom 60 og 70 millioner kroner. Les mer.

The TIMES anbefaler Lofoten
I en artikkel om de 100 beste reisemålene for 2005, anbefaler den britiske avisen Times Lofoten med hurtigruta i juni, ikke bare for å se midnattsola, men også for å se de vakre øyene, og det rike dyrelivet i havet. Les mer.

Fra Belfast til safari i Lofoten
Snart åtte år gamle Luca Cerulli fikk gebursdagsgaven han ønsket seg mest. Spekkhoggersafri i Lofoten. Les mer.

Spekkhoggersafari med Hurtigruten Hurtigruten tilbyr unike naturopplevelser i Vestfjordbassenget neste år. Les mer.

Spekkhoggersuksess
I fjor høst startet Ola Skjeseth en prosess for å få til en ny og spennende opplevelse for turister i Lofoten. Denne høsten kan han og ti andre aktører for første gang høste fruktene av ideen. Les mer.

Historisk funn i Nusfjord
Man har tidligere antatt at Lofotens fiskerihistorie startet med rorbuene i Vågar. Nå må historien skrives om. Les mer.

- Very nice og veldig dyrt
Det er fantastisk i Lofoten, sier italienske Silvia Umbriano og Ivan Mei. Mange turister er tydeligvis enige med dem, og det ser ut som om årets turistsesong blir bedre enn i 2003.
Les mer.

Lokket av nordlyset
Unstad surfer for millioner
Bryllup i rorbu
Skreifesten er i gang
Iskald bar på fryseriet





Nederland



De Lofoten: magische eilandengroep onder de noorderzon

De Lofoten werken als een magneet. Al eeuwen spreekt deze eilandengroep, half verbonden aan het vasteland van Noorwegen, tot de verbeelding van velen.

Een aparte combinatie van bergen, water en vooral licht. Vogels én mensen blijven er terugkeren.


Visit Norway - Tekst en foto's: Fred Geers


Spain






France


Rencontre de plusieurs tonnes…
Un aileron pointu coupe soudainement la lisse surface de l'eau pour ouvrir la voie à tout le dos de cet orque male, qui prend une grande respiration avant de redescendre dans les profondeurs chasser le hareng...

Majestueuses Lofoten Pdf [Le Point]
Voyage aux îles Lofoten



Italy


OLTRE IL CIRCOLO POLARE ARTICO, LE ISOLE LOFOTEN: DOVE IL MERLUZZO REGNA SOVRANO di Daniela Pulvirenti

Norwegia

Scialpinismo nelle Isole Lofoten
[Planet Mountain]
L'arcipelago delle Lofoten [SuperEva.it]
I comuni delle Lofoten [SuperEva.it]

Leggendo un articolo di Airone sui pescatori di merluzzo delle isole Lofoten, mi innamorai subito di quei luoghi che solo si intravedevano dalle foto del servizio.


Scialpinismo alle isole Lofoten



ISOLE LOFOTEN

L'arcipelago delle Lofoten si trova al di sopra del circolo polare artico, di fronte alle coste della Norvegia settentrionale. Il tratto di mare che separa le isole dalla terraferma si chiama Vestfjorden .
Le isole hanno una superficie complessiva di circa 1250 chilometri quadrati
Le Lofoten sono facilmente raggiungibili, sia con l'aereo, sia con il traghetto, da Bodø, Narvik e Skutvik. La strada E 10 collega le isole principali, che sono unite le une alle altre da ponti e tunnel. Dalla terraferma si possono intravedere le imponenti cime che costituiscono l'ossatura dell'arcipelago. Sono definite la muraglia delle Lofoten . Risalgono a oltre diecimila anni fa e, per i geologi, sono tra le più antiche formazioni rocciose al mondo.

Le Lofoten sono una delle mete turistiche più caratteristiche della Norvegia. Le montagne sono altissime e scoscese ma creano insenature, spiagge, baie e pascoli. La luce artica dona al paesaggio dei colori particolari. La corrente del golfo addolcisce il clima e fa si che la flora sia molto varia e insolita per queste latitudini. I venti fortissimi che soffiano durante l'inverno, rendono il loro mare uno dei più burrascosi. Ma lo rendono anche uno dei più pescosi. La pesca (merluzzi soprattutto), infatti, è da sempre la vita degli abitanti delle isole. Infine, anche se molto visitate, le Lofoten hanno mantenuto la loro genuinità e il loro carattere.

L'isola principale è Austvågøy . È l'isola più settentrionale, quella più abitata e più facilmente raggiungibile. Su Austvågøy si trova Svolvaer , il principale centro abitato dell'arcipelago. La cittadina, affacciata sul mare, è circondata da appuntite montagne, come il Svolvasergeita , la capra di Svolvaer, su cui è possibile compiere camminate e arrampicate. Altre belle località sull'isola sono Kabelvåg , che una delle chiese in legno più grandi della Norvegia, e Henningsvaer , un bel villaggio di pescatori chiamato la Venezia delle Lofoten. Sul versante atlantico dell'isola si può raggiungere la località di Laukvik , da dove ammirare l'oceano e, magari tra fine maggio e metà luglio, assistere allo spettacolo del sole a mezzanotte.

Vestvågøy è unita a Austvågøy da un ponte che attraversa lo Sundklakkstraumen. La prima località che si incontra è Stramsund . Ma merita maggiore attenzione Borg , che non si trova lungo la costa. Qui c'è infatti il Museo Vichingo, dove è conservata una casa vichinga fra le più importanti di tutto il nord Europa. La costa atlantica offre panorami molto drammatici. Su un promontorio esposto ai venti, si trova Eggum , situata su una stretta fascia di terra compresa fra l'Atlantico e la montagna scoscesa. Altrettanto spettacolare è Unstad , poco più a sud.

La terza isola delle Lofoten è Flakstadøy , unita alla precedente da un tunnel scavato sotto il Nappstraumen. La sua caratteristica principale sono le belle, e insolite, spiagge di sabbia bianca della costa occidentale. La più famosa è Ramberg , all'imbocco di un profondo fiordo. Da visitare anche Storbåthallaren , uno dei più antichi insediamenti umani della Norvegia, abitato seimila anni fa.

L'ultima isola su cui corre la strada E 10 è Moskenesøy , collegata a Flakstadøy da un ponte. È forse l'isola più spettacolare dell'arcipelago, con le sue cime di roccia lavica, affacciate su un mare azzurrissimo, che sono il cuore della muraglia delle Lofoten. Il villaggio di Reine è particolarmente bello, per la sua posizione, proprio sotto la cima del Reinerbringen. Altrettanto bello è il villaggio di Hamnøy . Il paese più a sud dell'isola è Å, come l'ultima lettera dell'alfabeto norvegese. La cittadina ha conservato intatto il suo aspetto di piccolo villaggio di pescatori. L' Helvetrstind è una roccia di circa 600 metri di altezza che si innalza direttamente dalla spiaggia. Si trova nella località Vinstad. Sempre da qui si può tentare la scalata all' Hermanndalstind , di oltre 1000 metri.

Le ultime due isole dell'arcipelago, Værøy e Røst , si trovano piuttosto lontane da Moskenesøy e non ci sono ponti o tunnel a collegarle alle altre. Anzi, il tratto di mare che separa Moskenesøy da Værøy è particolarmente agitato. Qui si forma il Moskenestraumen, un maelstromm, un gorgo di acque dovuto all'incrocio di diverse correnti. Non è potente come il più famoso Saltstraumen, vicino a Bodø, ma da sempre è il terrore dei marinai.

Værøy e Røst sono famose tra gli amanti del birdwatching per la quantità e la varietà degli uccelli che nidificano lungo le loro coste. Le più diffuse sono le pulcinelle di mare, ma vi sono anche aquile di mare, cormorani, diverse specie di gabbiani e molte altre specie.
Le due isole però sono molto diverse tra loro. Værøy è montuosa, mentre Røst , che in realtà è costituita da una miriade di scogli e isolette, è la più piatta delle Lofoten.

L'arcipelago delle Lofoten si trova al di sopra del circolo polare artico, di fronte alle coste della Norvegia settentrionale. Il tratto di mare che separa le isole dalla terraferma si chiama Vestfjorden .
Le isole hanno una superficie complessiva di circa 1250 chilometri quadrati
Le Lofoten sono facilmente raggiungibili, sia con l'aereo, sia con il traghetto, da Bodø, Narvik e Skutvik. La strada E 10 collega le isole principali, che sono unite le une alle altre da ponti e tunnel. Dalla terraferma si possono intravedere le imponenti cime che costituiscono l'ossatura dell'arcipelago. Sono definite la muraglia delle Lofoten . Risalgono a oltre diecimila anni fa e, per i geologi, sono tra le più antiche formazioni rocciose al mondo.

Le Lofoten sono una delle mete turistiche più caratteristiche della Norvegia. Le montagne sono altissime e scoscese ma creano insenature, spiagge, baie e pascoli. La luce artica dona al paesaggio dei colori particolari. La corrente del golfo addolcisce il clima e fa si che la flora sia molto varia e insolita per queste latitudini. I venti fortissimi che soffiano durante l'inverno, rendono il loro mare uno dei più burrascosi. Ma lo rendono anche uno dei più pescosi. La pesca (merluzzi soprattutto), infatti, è da sempre la vita degli abitanti delle isole. Infine, anche se molto visitate, le Lofoten hanno mantenuto la loro genuinità e il loro carattere.

L'isola principale è Austvågøy . È l'isola più settentrionale, quella più abitata e più facilmente raggiungibile. Su Austvågøy si trova Svolvaer , il principale centro abitato dell'arcipelago. La cittadina, affacciata sul mare, è circondata da appuntite montagne, come il Svolvasergeita , la capra di Svolvaer, su cui è possibile compiere camminate e arrampicate. Altre belle località sull'isola sono Kabelvåg , che una delle chiese in legno più grandi della Norvegia, e Henningsvaer , un bel villaggio di pescatori chiamato la Venezia delle Lofoten. Sul versante atlantico dell'isola si può raggiungere la località di Laukvik , da dove ammirare l'oceano e, magari tra fine maggio e metà luglio, assistere allo spettacolo del sole a mezzanotte.

Vestvågøy è unita a Austvågøy da un ponte che attraversa lo Sundklakkstraumen. La prima località che si incontra è Stramsund . Ma merita maggiore attenzione Borg , che non si trova lungo la costa. Qui c'è infatti il Museo Vichingo, dove è conservata una casa vichinga fra le più importanti di tutto il nord Europa. La costa atlantica offre panorami molto drammatici. Su un promontorio esposto ai venti, si trova Eggum , situata su una stretta fascia di terra compresa fra l'Atlantico e la montagna scoscesa. Altrettanto spettacolare è Unstad , poco più a sud.

La terza isola delle Lofoten è Flakstadøy , unita alla precedente da un tunnel scavato sotto il Nappstraumen. La sua caratteristica principale sono le belle, e insolite, spiagge di sabbia bianca della costa occidentale. La più famosa è Ramberg , all'imbocco di un profondo fiordo. Da visitare anche Storbåthallaren , uno dei più antichi insediamenti umani della Norvegia, abitato seimila anni fa.

L'ultima isola su cui corre la strada E 10 è Moskenesøy , collegata a Flakstadøy da un ponte. È forse l'isola più spettacolare dell'arcipelago, con le sue cime di roccia lavica, affacciate su un mare azzurrissimo, che sono il cuore della muraglia delle Lofoten. Il villaggio di Reine è particolarmente bello, per la sua posizione, proprio sotto la cima del Reinerbringen. Altrettanto bello è il villaggio di Hamnøy . Il paese più a sud dell'isola è Å, come l'ultima lettera dell'alfabeto norvegese. La cittadina ha conservato intatto il suo aspetto di piccolo villaggio di pescatori. L' Helvetrstind è una roccia di circa 600 metri di altezza che si innalza direttamente dalla spiaggia. Si trova nella località Vinstad. Sempre da qui si può tentare la scalata all' Hermanndalstind , di oltre 1000 metri.

Le ultime due isole dell'arcipelago, Værøy e Røst , si trovano piuttosto lontane da Moskenesøy e non ci sono ponti o tunnel a collegarle alle altre. Anzi, il tratto di mare che separa Moskenesøy da Værøy è particolarmente agitato. Qui si forma il Moskenestraumen, un maelstromm, un gorgo di acque dovuto all'incrocio di diverse correnti. Non è potente come il più famoso Saltstraumen, vicino a Bodø, ma da sempre è il terrore dei marinai.

Værøy e Røst sono famose tra gli amanti del birdwatching per la quantità e la varietà degli uccelli che nidificano lungo le loro coste. Le più diffuse sono le pulcinelle di mare, ma vi sono anche aquile di mare, cormorani, diverse specie di gabbiani e molte altre specie.
Le due isole però sono molto diverse tra loro. Værøy è montuosa, mentre Røst , che in realtà è costituita da una miriade di scogli e isolette, è la più piatta delle Lofoten.

L'arcipelago delle Lofoten si trova al di sopra del circolo polare artico, di fronte alle coste della Norvegia settentrionale. Il tratto di mare che separa le isole dalla terraferma si chiama Vestfjorden .
Le isole hanno una superficie complessiva di circa 1250 chilometri quadrati
Le Lofoten sono facilmente raggiungibili, sia con l'aereo, sia con il traghetto, da Bodø, Narvik e Skutvik. La strada E 10 collega le isole principali, che sono unite le une alle altre da ponti e tunnel. Dalla terraferma si possono intravedere le imponenti cime che costituiscono l'ossatura dell'arcipelago. Sono definite la muraglia delle Lofoten . Risalgono a oltre diecimila anni fa e, per i geologi, sono tra le più antiche formazioni rocciose al mondo.

Le Lofoten sono una delle mete turistiche più caratteristiche della Norvegia. Le montagne sono altissime e scoscese ma creano insenature, spiagge, baie e pascoli. La luce artica dona al paesaggio dei colori particolari. La corrente del golfo addolcisce il clima e fa si che la flora sia molto varia e insolita per queste latitudini. I venti fortissimi che soffiano durante l'inverno, rendono il loro mare uno dei più burrascosi. Ma lo rendono anche uno dei più pescosi. La pesca (merluzzi soprattutto), infatti, è da sempre la vita degli abitanti delle isole. Infine, anche se molto visitate, le Lofoten hanno mantenuto la loro genuinità e il loro carattere.

L'isola principale è Austvågøy . È l'isola più settentrionale, quella più abitata e più facilmente raggiungibile. Su Austvågøy si trova Svolvaer , il principale centro abitato dell'arcipelago. La cittadina, affacciata sul mare, è circondata da appuntite montagne, come il Svolvasergeita , la capra di Svolvaer, su cui è possibile compiere camminate e arrampicate. Altre belle località sull'isola sono Kabelvåg , che una delle chiese in legno più grandi della Norvegia, e Henningsvaer , un bel villaggio di pescatori chiamato la Venezia delle Lofoten. Sul versante atlantico dell'isola si può raggiungere la località di Laukvik , da dove ammirare l'oceano e, magari tra fine maggio e metà luglio, assistere allo spettacolo del sole a mezzanotte.

Vestvågøy è unita a Austvågøy da un ponte che attraversa lo Sundklakkstraumen. La prima località che si incontra è Stramsund . Ma merita maggiore attenzione Borg , che non si trova lungo la costa. Qui c'è infatti il Museo Vichingo, dove è conservata una casa vichinga fra le più importanti di tutto il nord Europa. La costa atlantica offre panorami molto drammatici. Su un promontorio esposto ai venti, si trova Eggum , situata su una stretta fascia di terra compresa fra l'Atlantico e la montagna scoscesa. Altrettanto spettacolare è Unstad , poco più a sud.

La terza isola delle Lofoten è Flakstadøy , unita alla precedente da un tunnel scavato sotto il Nappstraumen. La sua caratteristica principale sono le belle, e insolite, spiagge di sabbia bianca della costa occidentale. La più famosa è Ramberg , all'imbocco di un profondo fiordo. Da visitare anche Storbåthallaren , uno dei più antichi insediamenti umani della Norvegia, abitato seimila anni fa.

L'ultima isola su cui corre la strada E 10 è Moskenesøy , collegata a Flakstadøy da un ponte. È forse l'isola più spettacolare dell'arcipelago, con le sue cime di roccia lavica, affacciate su un mare azzurrissimo, che sono il cuore della muraglia delle Lofoten. Il villaggio di Reine è particolarmente bello, per la sua posizione, proprio sotto la cima del Reinerbringen. Altrettanto bello è il villaggio di Hamnøy . Il paese più a sud dell'isola è Å, come l'ultima lettera dell'alfabeto norvegese. La cittadina ha conservato intatto il suo aspetto di piccolo villaggio di pescatori. L' Helvetrstind è una roccia di circa 600 metri di altezza che si innalza direttamente dalla spiaggia. Si trova nella località Vinstad. Sempre da qui si può tentare la scalata all' Hermanndalstind , di oltre 1000 metri.

Le ultime due isole dell'arcipelago, Værøy e Røst , si trovano piuttosto lontane da Moskenesøy e non ci sono ponti o tunnel a collegarle alle altre. Anzi, il tratto di mare che separa Moskenesøy da Værøy è particolarmente agitato. Qui si forma il Moskenestraumen, un maelstromm, un gorgo di acque dovuto all'incrocio di diverse correnti. Non è potente come il più famoso Saltstraumen, vicino a Bodø, ma da sempre è il terrore dei marinai.

Værøy e Røst sono famose tra gli amanti del birdwatching per la quantità e la varietà degli uccelli che nidificano lungo le loro coste. Le più diffuse sono le pulcinelle di mare, ma vi sono anche aquile di mare, cormorani, diverse specie di gabbiani e molte altre specie.
Le due isole però sono molto diverse tra loro. Værøy è montuosa, mentre Røst , che in realtà è costituita da una miriade di scogli e isolette, è la più piatta delle Lofoten.
INFO NORVEGIA

visit norway


ISOLE LOFOTEN INFO [pdf]





Toppen
Please download Java(tm). Lofoten Explorer

Svinøya Rorbuer



Velkommen til Lofoten
Verdens vakreste øyrike

Lofoten gir deg
mange muligheter for opplevelse og rekreasjon både for den som reiser alene, i grupper og for familieopplevelser.
Les mer.


- Lofoten
- Lofotfisket
- Lofotens hovedstad
- Funn og fornminner
- Moskenesstrømmen

- Været
- Nordlysvarsel


- Lofotliv
- Kulturkalender
- Lofotradioen
- Urban gatekunst


- Lofotposten
- Lofot Tidene
- Lofoten-Online
- Flakstadnytt

Se åpningstider

Spekkhoggersafari
En smak av Lofoten


 
 
    Lofoten Startside©2008